Seleziona una pagina
I flash Godox: tutte le caratteristiche su questo prodotto

I flash Godox: tutte le caratteristiche su questo prodotto

Questa particolare tipologia di flash Godox si sta conquistando un’importante fetta di mercato non soltanto per quanto concerne le qualità e le caratteristiche quanto anche per il particolare rapporto qualità/prezzo e soprattutto per le soluzioni che favoriscono l’utilizzo sia in esterna che in studio.

I flash Godox nella recente gamma presentata hanno un firmware aggiornabile anche dal pc. Essendo i flash molto ricchi di funzioni TTL dedicati ai diversi modelli di telecamere la possibilità di aggiornamento favorisce l’uso di questo flash con qualsiasi tipologia di nuova fotocamera, non diventando obsoleto e inutile. L’azienda Godox mette infatti a disposizione del pubblico una lista di marchi con i quali i flash Godox sono compatibili.

Sono in molti i fotografi che dichiarano la validità di questo prodotto dopo lunghe tempistiche di utilizzo, sia in ambito personale che in quello professionale. Tra gli altri ad esempio il Godox V860 si identifica come il vero e proprio top di gamma dei flash normali con batteria interna. Questo flash può essere comodamente inserito in quella che in gergo si definisce slitta flash della fotocamera. Un migliore risultato a livello di posizionamento della luce sarà ottenibile però attraverso l’uso di un trigger dedicato. Questo strumento consente infatti di poter utilizzare il flash staccato dalla fotocamera senza dover ricorrere ai fili.

La Godox mette a disposizione dei suoi clienti dei trigger compatibili con i più noti marchi di fotocamere con un prezzo davvero molto contenuto. Basteranno un paio di classiche batterie stilo per lavorare comodamente. In particolare il Godox V860 consente di adoperare la funzione Master Flash che permette, dopo aver montato il flash direttamente sulla fotocamera, di comandare e gestire la luce di altri flash in modalità “slave”. Il V860 funge da vero e proprio trigger senza rinunciare alla luce frontale. Altra interessante particolarità è che questo flash è dotato di batteria interna Li-ion ricaricabile, una vera e propria comodità per non dover stare dietro alle scorte di batterie stilo.

GODOX AD200 PRO – Ora disponibile per il pre-ordine

GODOX AD200 PRO – Ora disponibile per il pre-ordine

Godox ha rilasciato il nuovo AD200 PRO, una versione aggiornata e in parte rivisitata della celebre versione originale del flash cordless compatto AD200, alimentato con batteria li-ion e dotato di sistema TTL / HSS.
Il nuovo modello PRO propone, principalmente, una migliorata consistenza dei colori sulla gamma di potenza, ma apporta anche alcune piccole modifiche fisiche al corpo e all’interfaccia del flash.

 

LE PRINCIPALI NUOVE CARATTERISTICHE INCLUDONO

  • Modalità colore stabile (Temperatura colore) – 5600°±100°K sulla gamma di potenza
  • Gamma di potenza 9 Stop – 1/256 – 1/1, in 1/10th Stop Increments
  • Interfaccia leggermente rientrata e aggiornata con l’aggiunta di alcuni pulsanti
  • Pulsante ON/OFF rivisitato
  • Porta USB aggiornata ad USB-C
  • Migliorati i punti di montaggio antitorsione e il perno per ombrello

Ancora una volta, gli AD200 PRO sono dotati di un ricevitore radio a rilevamento automatico per le fotocamere Canon, Nikon, Sony, M4/3, Fuji, Pentax, e sono compatibili con l’intera gamma di flash radio Godox X 2.4 Ghz.

 

Caratteristiche AD200 PRO

  • Potenza – 200Ws
  • Testa a lampadina semplice – GN 60m, ISO 100 (AD360 reflector)
  • Testa Speedlight – GN 52m ISO 100
  • Modalità flash – TTL / M / Multi
  • High Speed Sync to 1/8000th
  • FEC / FEB – 1/3rd Increments (±3 Stops)
  • FEL (Flash Exposure Lock)
  • Flash Manuale – 1/256 – 1/1 Output (1/10th Increments)
  • Godox 2.4GHz X Radio System
  • Canon, Nikon, Sony, M4/3, Fuji, Pentax, Radio Slave Modes (Auto Switching)
  • Range – 100m +
  • Gruppi – A / B / C / D / E
  • 32 Canali
  • ID 1-99
  • S1/S2 Optic Slave Modes
  • Durata flash speedlight – 1/220s – 1/13000s
  • Durata flash a lampadina– 1/220s – 1/11300s
  • Temperatura colore– 5600 +/- 200k
  • Modalità colore stabile – 5600 +/- 100k
  • Batteria a litio-ion 14.4V 2900mAh
  • 500+ Full Power Flashes
  • 0.01 – 1.8 Second Recycle Time
  • Funzioni personalizzate
  • Funzione memoria automatica
  • LED Modelling Light (Fresnel Head Only)
  • Porta USB-C per aggiornamenti del Firmware
  • 3.5mm Sync Port
  • Communication Port (For XTR-16 / FTR-16 Receiver)

 

 

La porta USB per gli aggiornamenti del Firmware è stata convertita in USB-C.

Inoltre, i punti di montaggio presentano ora due fessure da incasso, corrispondenti ad un nuovo supporto girevole per ombrello che non si attorciglierà più quando collegato al flash.

AD200 PRO

R2 Wireless (Slave Unit Mode)
Nikon, Canon, Sony, Fujifilm, Olympus, Panasonic and Pentax

Modalità flash
Wireless off
M/Multi
R2 Slave unit
TTL/ M/Multi

Fotocamere compatibili (Using R2 Radio Master Unit)
Nikon, Canon, Sony, Fujifilm, Olympus, Panasonic e Pentax

Numero Guida (ft/m ISO 100)
Testa Speedlite: 170ft/52m (ISO 100) 35mm coverage
Testa a lampadina semplice: 196ft/60m (ISO 100, with the standard reflector)

Durata del flash
Testa Speedlite: 1/220 to 1/15380 seconds
Testa a lampadina semplice: 1/220 to 1/13150 seconds

Potenza sviluppata: 200ws

Gamma di potenza: 9 stops: 1/256 ~ 1/1 in 1/10th stop increments

Flash stroboscopico: Up to 90 times, 99Hz

Compensazione esposizione flash (FEC): Manual. FEB: ±3 stops in 1/3 stop increments.

Sync Mode: High-speed sync (up to 1/8000 seconds), 1st-curtain sync, & 2nd-curtain sync

Ritardo Flash: 0.01~30 seconds

Mask: Sì

Beeper: Sì

Modeling Lamp(LED): Yes

Optic Slave Flash: S1/S2

Indicazione durata flash: Yes

Wireless Flash: R2 2.4GHz radio and optical sensor reception

Funzione Wireless flash: Slave, Off

Controllable slave groups: 5 (A, B, C, D, and E)

R2 Radio gamma di ricezione (approx.): 330ft/100m

Canali: 32 (1~32)

Funzione ID: OFF, 01~99

Alimentazione: Lithium battery pack (14.4V/2900mAh)

Full Power Flashes: Approx. 480

Recycle Time: Approx. 0.01-1.8s

Indicatore batteria: Yes

Indicatore carica: Power hibernate automatically after approx. 30 minutes of idle operation.

Sync Triggering Mode: 3.5mm sync line, Wireless control port

Temperatura colore: 5600° ±200°K

Modalità colore stabile: 5600° ±100°K sull’intera gamma di potenza

Dimensioni: 6.8 x 2.1 x 2.9in / 172 x 54 x 75mm (teste non incluse)

Peso netto: 20.8oz / 590g (teste e batteria non incluse)

 

ACCESSORI

Gli AD200 PRO sono dotati dello stesso sistema modulare della testa flash del modello originale, e sono forniti di una testa Fresnel e una a lampada semplice.

Inoltre, sono già disponibili numerose e versatili opzioni e accessori per le teste flash:

    • H200R Round Head
    • AK-R1 Magnetic Modifiers
    • AD-L 3.6W LED Head
    • EC-200 Extension Head
    • Extension Head Pouch
    • AD-B2 Twin Head Bracket

 

Per preordinare questo flash, inviare una e-mail all’indirizzo info@giordanoin.com 

 

Riproduzione riservata

 

 

 

Come organizzare uno studio fotografico? Alcuni consigli utili

Come organizzare uno studio fotografico? Alcuni consigli utili

Se ti stai chiedendo come organizzare uno studio fotografico probabilmente quella che inizialmente era una passione si sta trasformando via via in una vero e proprio lavoro. Ecco perché dovresti innanzitutto sapere con esattezza quali sono le strumentazioni che ti servono e come collocarle nello spazio a tua disposizione.

Ciò che devi considerare prima di ogni cosa, prima di chiederti come organizzare uno studio fotografico, è sicuramente quale genere di fotografia intendi realizzare e che tipo di scatti vorresti ottenere nel tuo studio. Stai cercando uno spazio per i ritratti, per gli still life o per un altro genere di istantanee? In base a questo procederai con l’operare le tue scelte.

In secondo luogo dobbiamo puntare su uno dei fattori più importanti nell’ambito fotografico: la luce. A questo scopo risulta utile chiedersi se il posto che abbiamo scelto per il nostro studio fotografico sia caratterizzato da una tipologia di luce controllabile. Nel caso in cui in questo luogo ci siano delle finestre è utile che possiamo chiuderle o gestirne la luce attraverso tende apposite o tapparelle. Un altro importante fattore è quello delle pareti. Dovrai creare un angolo “omogeneo” con una colorazione uniforme da poterlo utilizzare comodamente come sfondo per i tuoi scatti.

Per realizzare delle ottime fotografie un fattore fondamentale sarà quello del fondale. Ne esistono di ogni tipologia per tutte le tasche e se ti stai chiedendo come organizzare uno studio fotografico ti consiglio vivamente di puntare abbastanza su questo aspetto e sull’acquisto del fondale più adeguato ai tuoi scopi.

Per rendere le tue foto molto più professionali sarà necessario che tu scelga delle luci artificiali adeguate con cui poter facilmente giocare per ottenere un’immagine perfetta sia per te che per i clienti che te l’hanno commissionata. Tra le altre importanti cose da considerare nell’organizzazione del proprio studio fotografico non dimenticare flash, stativi, ombrelli, agganci, riflettori e soft box. Cerca sempre di scegliere il giusto compromesso tra qualità e convenienza.

Il gimbal per le riprese video: uno strumento ideale di grande supporto

Il gimbal per le riprese video: uno strumento ideale di grande supporto

Entrato a far parte della panoramica internazionale di oggetti ed accessori per veri videomaker il gimbal per le riprese video vanta sul mercato diverse tipologie, caratteristiche ma soprattutto funzionalità. Ne esistono davvero di diverse tipologie, da scegliere ed optare in base alle proprie necessità funzionali ed al contempo in base alle possibilità che abbiamo deciso di mettere in campo per quel determinato scopo.

Chi non vorrebbe una ripresa fluida? Per questo nascono i gimbal, un sistema di giunti che consente di stabilizzare la camera puntata sulla piattaforma. Infatti il termine inglese “gimbal” indica proprio un giunto cardanico.

Il gimbal per le riprese video si identifica come un apparecchio davvero molto utile che si avvale di un supporto, con uno o più manici, sul quale sono montati diversi giunti accoppiati a dei motori brushless che vanno proprio a stabilizzare le riprese video. Il risultato che si ottiene è quello del controbilanciamento dei movimenti indesiderati che possono essere dovuti a diversi fattori, come proprio il cammino o il tremolio delle mani del videomaker. Il gimbal in questo senso è davvero uno strumento formidabile che riesce a dare delle riprese sempre fluide e stabili.

Main che modo scegliamo il gimbal che fa per noi?

Potendo contare su un’ampia disponibilità potremmo restare inizialmente un po’ spiazzati nella scelta del gimbal adatto a noi. A questo scopo devi sapere che ogni tipologia ha delle caratteristiche specifiche da considerare. Innanzitutto dobbiamo tenere in considerazione quanto peso il gimbal dovrà sostenere. Gli stessi produttori differenziano infatti i propri prodotti in base a questo. Perciò vi basterà considerare la tipologia di camera che vi andrete ad apportare.

Le tipologie presenti in commercio sono davvero tante, ce ne sono per i cellulari, per mirrorless piccole e per DSLR, per action cam e per tantissime altre strumentazioni. Per questo sarà utile fare sempre una prima considerazione sul tipo di macchinario che su quel gimbal vorrai utilizzare: da lì in poi la strada della scelta sarà tutta in discesa.

 

I benefici delle lampade flash

I benefici delle lampade flash

Generalmente si pensa che la luce naturale sia la migliore per scattare delle foto che siano il più possibile vicine alla realtà dello scenario ripreso. Ma non è sempre così. Spesso aiuta anche utilizzare dei dispositivi, come le lampade flash, nel caso in cui le condizioni dell’ambiente in cui ci si trovi non garantiscano un’illuminazione adeguata (come, ad esempio, al buio o in interni). Ovviamente esistono diverse tipologie e modelli di lampade flash tra cui scegliere, a seconda delle proprie necessità.

La luce lampo o flash

Grazie alle lampade flash, si possono sfruttare al massimo i benefici della luce lampo (più nota come flash semplicemente), ottenendo degli ottimi risultati. In questo caso, l’illuminazione sarà caratterizzata da una forte intensità e una durata molto limitata. Inoltre, il lampo elettronico è uno strumento molto versatile, pratico e flessibile, e non è assolutamente influenzato dal tempo di scatto. A ciò si aggiunge il fatto che, da un punto di vista colorimetrico, la luce emessa da un flash è sempre di buona qualità e assimilabile a quella del sole, a qualsiasi livello di potenza. E proprio parlando di potenza, anche il meno potente dei flash sarà sempre in grado di fare più luce di una qualsiasi sorgente continua.

Rivolgiti a Giordano Innovations per i prodotti migliori

Se hai bisogno di consigli o spiegazioni riguardo l’uso delle lampade flash, che tu sia un professionista o semplicemente un appassionato di fotografia, da Giordano Innovations sicuramente troverai ciò che fa per te. Delle migliori marche presenti sul mercato, le diverse lampade flash, indipendentemente dalla potenza, garantiscono delle ottime prestazioni, grazie anche alla possibilità di poterle posizionare all’angolazione desiderata e di collegarle con ulteriori accessori correlati, per creare fantastici effetti di luce. Inoltre, questi prodotti hanno un rapporto qualità/prezzo molto conveniente e vantaggioso

Trigger flash: come funzionano

Trigger flash: come funzionano

Soprattutto per gli esperti del settore, il flash è una delle componenti più importanti e utili di una fotocamera per sfruttare a 360° il potenziale di quest’ultima. Molto spesso ci si limita a pensare che il flash sia indispensabile specialmente per scattare foto al buio, ma in realtà non è così. Difatti, il suo impiego può essere una soluzione ai problemi che potrebbero sorgere in scenari in controluce o per “immobilizzare” dei soggetti in movimento. A ciò, bisogna aggiungere il fatto che il flash può essere utilizzato, non solo come un tutt’uno con la fotocamera, ma anche in posizioni diverse, a distanza, per poter illuminare il soggetto nella maniera migliore. In questo caso, si fa ricorso al cosiddetto trigger.

Cos’è il trigger?

Il trigger è un dispositivo che invia il comando di lampeggiare a un flash wireless, collocato in posizione distante rispetto a dove si trova il fotografo. Si può definire trigger anche la combinazione di due dispositivi, ossia il commander (il trasmettitore) e il receiver (il ricevitore). Naturalmente la quantità di informazioni che possono essere trasmesse dipende dalla qualità del trigger acquistato: quelli più economici inviano semplicemente il comando di lampeggiare, mentre con quelli più costosi si possono acquisire più dettagli, come ad esempio l’esposizione. Il commander, che invia il segnale, si collega alla fotocamera tramite i contatti che si trovano sopra il mirino, mentre il receiver ha il compito di intercettare il segnale del commander e trasmetterlo al flash con cui è collegato. Quando è possibile, si possono configurare più receiver per comunicare con lo stesso commander.

Altre tipologie

Accanto al trigger flash a radiofrequenza, che forse è il sistema più efficiente, esiste anche il flash remoto tramite infrarossi e tramite cavo (che probabilmente è il sistema più economico, ma presenta comunque delle problematiche). Per scegliere quello che fa per te, devi tenere presente le varie caratteristiche e capire quali soddisfano le tue esigenze.