Seleziona una pagina

Come si fa a scattare un bel ritratto fotografico professionale? Per ottenere un buon ritratto fotografico bisogna allenarsi tanto, così da riuscire a capire a pieno come settare la macchina fotografica e l’illuminazione nel caso in cui lo scatto venga fatto all’interno. In quest’articolo andremo a vedere come ottenere un ritratto perfetto in cinque semplici step.

L’obiettivo da utilizzare per il ritratto

La prima regola per ottenere un buon ritratto è utilizzare un obiettivo da 85mm, oppure un 105mm, ciò consente di ottenere uno scatto pulito, senza dover successivamente lavorare al pc.

Il numero di scatti da effettuare

La seconda cosa da sapere per ottenere un ritratto perfetto è il numero di scatti da fare. Solitamente quelli consigliati per ottenere un buon ritratto sono quaranta. Infatti, realizzare tutti questi scatti permetterà di cogliere eventuali espressioni del viso che potrebbero essere sfuggite negli altri scatti.

Luce in esterna

Una corretta illuminazione fa la differenza tra un ritratto mediocre ed un ottimo ritratto. Solitamente si consiglia di fotografare un viso durante il mattino o la sera, quando i raggi del sole sono obliqui e di conseguenza permettono di ottenere un risultato finale perfetto.

Le luci in studio e l’inquadratura

L’illuminazione all’interno dello studio va fatta in base al tipo di ambiente e al tipo di ritratto che si vuole realizzare. Solitamente vengono adoperati o degli ombrelli o dei softbox da posizionare in modo tale da riuscire a ottenere degli scatti con dei giochi di luce che possono ricordare l’effetto della luce naturale come ad esempio quella di una finestra o di un riflesso. Per quanto riguarda l’inquadratura, un trucco per ottenere un buon ritratto è quello di imparare a scattare le foto guardando all’interno del mirino, evitando per quanto sia possibile di adoperare lo schermo LCD. Ciò permette di avere una prospettiva diversa e di conseguenza consente di ottenere risultati migliori.