Seleziona una pagina

Se stai cercando il filtro polarizzatore per macchina fotografica dovresti innanzitutto effettuare uno studio di approfondimento sulla luce polarizzata. La luce in natura può essere polarizzata o meno, questo influisce in maniera importante sulla qualità di una fotografia. Per riuscire a controllare la luce polarizzata a fini scientifici sono stati ideati proprio i filtri polarizzatori, che successivamente hanno trovato largo uso in fotografia a fini creativi. 

Ma cos’è e a cosa serve un filtro per polarizzare la luce?

Il filtro polarizzatore per macchina fotografica è in realtà poco conosciuto ma molto utilizzato. Questo strumento risulta essere utile in diverse situazioni. Per questo motivo è importante comprendere bene come utilizzarlo e a questo scopo è necessaria un’introduzione su cos’è la luce polarizzata. 

Quella che possiamo definire “luce naturale”, ovvero la luce emessa dalle sorgenti naturali, come ad esempio la luna o il sole, o emessa da fonti artificiali come le lampadine, non è una luce polarizzata, in quanto non è precisamente organizzata nella sua propagazione attraverso lo spazio. Nel momento in cui questa luce viene riflessa dalla superficie di alcuni soggetti, se tutta o in parte, cambia le proprie caratteristiche divenendo luce polarizzata. L’occhio umano difficilmente percepisce la differenza tra una luce polarizzata ed una che non lo è. L’occhio infatti vede solo un colore o un riflesso di luce bianca, in quanto sensibile alla frequenza della radiazione e non alle specifiche caratteristiche dell’onda elettromagnetica. 

Una piccola interessante curiosità sugli insetti e la luce

Determinati insetti sono capaci invece di riconoscere la luce che è polarizzata diversamente, sfruttando questa funzione per il proprio orientamento. Sai come ci riescono? Gli insetti sono in grado di sfruttare il fatto che la luce proveniente dal cielo è polarizzata diversamente secondo determinate direzioni in base alle diverse ore del giorno. Questa tipologia di effetto viene utilizzata anche in fotografia, con l’applicazione di un filtro polarizzatore direttamente davanti all’obiettivo, grazie a questo è possibile variare la densità del cielo nell’immagine. 

Il filtro polarizzatore è quindi in grado di scurire il cielo senza modificare la luminosità d’insieme o è in grado di saturare i colori del paesaggio. Ne esistono di lineari o circolari, ognuno adatto alle più disparate esigenze.